Gli Ebrei venuti a Livorno

20.00 EUR

Ascoli Raffaello
Gli Ebrei venuti a Livorno
Livorno, Erasmo, 2010
pp316

L’autore, un impiegato livornese dell’Ottocento, scrisse questo poema in 4550 versi distribuiti in 21 canti nella seconda metà del XIX secolo, e se lo fece stampare dalla tipografia di Israel Costa in soli 20 esemplari nel gennaio del 1886.
Un caso fortuito consentì a Pardo Fornaciari di entrar in possesso di una copia, forse l’ultima rimasta.L’opera è una miniera di fatti grandi e piccini, quella che altrove si sarebbe chiamata la memoria del ghetto: uno strumento di formidabile documentazione sulla vita quotidiana e, soprattutto, sulla mentalità degli Ebrei di Livorno, cioè di una comunità di recente formazione (Livorno è città dal 1606) ma ricca di riferimenti narrativi testimoni di grande vitalità.
Se la lingua base dell’opera è l’italiano letterario, frequenti sono le incursioni nell’ebraico, nel giudeospagnolo e nel bagitto.


per maggiori informazioni su questo volume, disponibilità, modalità e costi di spedizione, compila il form cliccando il bottone Per contattarci

  • Edito da: ERASMO


Libro inserito in catalogo venerdì 11 novembre, 2011.

Il tuo indirizzo IP è: 54.82.112.193
Claudiana srl - P. IVA 09005860011
Zen Cart. Powered by Zen Cart