Il codice di Tarso

19.00 EUR

Garzonio Marco
Il codice di Tarso
Milano, Paoline, 2009
pp.240

Un medico si reca in Terra Santa in  un momento particolare della sua vita:  crisi in famiglia,  affermato in una professione di cui è però ormai difficile trovare il senso, rapporti sociali improntati a un sostanziale conformismo. L'incontro con Rut, guida ebrea,  la capacità evocativa dei luoghi aiutano  il protagonista a capire le ragioni delle sue difficoltà e le conseguenze per il futuro.
Giunto a Gerusalemme Giovanni gira per la città vecchia. Entra nella bottega di un antiquario arabo dove si imbatte in  un antico codice. È il manoscritto di due lettere di san Paolo: l'Epistula Beati Pauli Apostoli ad Romanos Secunda e l'Epistula ad Mediolanenses Prima. È incuriosito e turbato. Capisce che si tratta di opere sinora sconosciute. Non sa che fare; prende tempo e rivolge all'antiquario una vaga promessa di tornare il giorno successivo. La notte, invece, ha un lungo sogno-incubo, che lo lascia esterrefatto. Vede due protagonisti degli anni della sua formazione. Sono Paolo VI e Pier Paolo Pasolini che hanno un confronto-scontro sull'attualità di san Paolo. In nome di questi, il Papa sprona i cristiani «a fare di più», mentre l'artista contesta alla Chiesa l'incapacità di parlare al mondo contemporaneo, accusandola di non aver più «la furia paolina». Al risveglio cade ogni remora. Giovanni acquista il prezioso documento e riesce a portarlo fuori da Israele. I testi, tradotti, vengono riportati in appendice del libro. Sono «aprocrifi» finalmente ritrovati dopo una sofferta ricerca umana e spirituale.


per maggiori informazioni su questo volume, disponibilità, modalità e costi di spedizione, compila il form cliccando il bottone Per contattarci

  • Edito da: PAOLINE


Libro inserito in catalogo mercoledì 03 giugno, 2009.

Il tuo indirizzo IP è: 54.198.134.32
Claudiana srl - P. IVA 09005860011
Zen Cart. Powered by Zen Cart