SEMPRE ARRIVA SETTEMBRE

9.00 EUR

Sempre arriva settembre

di Sergio Siminovich

Aracne 2012

109 pp.

9 euro

Di cosa parla questo romanzo in miniatura scritto da un dilettante? Della via crucis di un altro dilettante, grossolano Chisciotte contemporaneo che lotta contro i mulini a vento del linguaggio, dei generi e degli stili letterari. Un'impresa così epica solo per ottenere la pietra filosofale.. il sostantivo dei sostantivi: un certo bacio... da una tale Liliana... Si tratta di questo: la letteratura al servizio della causa suprema. Riuscirà Atilio nella sua missione? Conquisterà almeno un petalo dell'amore di Liliana? Speriamo che alcune delle pagine di questo romanzo possano servire a un proposito così universale... almeno a qualche altro Atilio e alla sua Liliana (decretando così che il libro primordiale non è la Bibbia, bensì il Cyrano de Bergerac). Suggerimento dell'autore: qualora il lettore disponga di poco tempo, se si dovesse stufare della sintassi iniziale o già fossero suoi i baci di Liliana, proporrei di leggere almeno Il Giardiniere era sul punto di, dove si trovano le frasi che avrei voluto scrivere e riscrivere, senza ripensamenti

Sergio Siminovich è nato a Buenos Aires. Ha conseguito la laurea in Direzione d’orchestra in Argentina vincendo successivamente Borse di Studio in Francia presso il Conservatorio di Parigi, in Inghilterra all’Università di Nottingham e alla Guidhall School di Londra, in Olanda presso il Conservatorio de L’Aia.
Fondatore nel 1978 del CIMA (Centro Italiano di Musica Antica), del quale è tuttora Direttore Artistico, è Direttore della Società Haendel di Buenos Aires dal 1990. È stato Direttore del Coro da Camera della RAI di Roma (1987), ha diretto le orchestre sinfoniche nazionali dell’Argentina e dell’Equador, la Sinfonica Abruzzese e parecchie orchestre sudamericane.
Il suo repertorio include le Passioni di Bach, la Creazione e le Stagioni di Haydn, Paulus ed Elijah di Mendelssohn, il Requiem di Brahms, lo Stabat Mater di Dvorak, ma, soprattutto, ha avuto la fortuna di poter dirigere in versione integrale tutti gli Oratorii di Haendel.
Nel 2001 con il progetto “VerdIncanto” della Rai ha diretto il più grande coro di musica classica (8500 partecipanti), entrando cosi a far parte nell’albo dei Guiness.
Il 4 agosto di questo anno è stato invitato a realizzare il primo “Concerto a Prima Vista” ad Innsbruck nell'ambito del Festival di Musica Antica. È la prima volta che questa iniziativa musicale, molto in uso nei paesi latini, si tiene in un paese del nord Europa.
Vagabondo per vocazione, nutre una passione (corrisposta) per i Numeri Primi e, ovviamente, per la Letteratura.

per maggiori informazioni su questo volume, disponibilità, modalità e costi di spedizione, compila il form cliccando il bottone Per contattarci

  • Edito da: ARACNE


Libro inserito in catalogo martedì 20 novembre, 2012.

Il tuo indirizzo IP è: 54.225.3.114
Claudiana srl - P. IVA 09005860011
Zen Cart. Powered by Zen Cart