DONNE E DIRITTI

15.00 EUR

Donne e diritti. Percorsi della politica dal Seicento a oggi

di Maria Pia Paternò

Carocci 2012

184 pp., 15 euro

La storia del pensiero politico occidentale è attraversata da una sorprendente contraddizione. La rivendicazione dell’autonomia della ragione e la teorizzazione della eguale libertà di tutti gli esseri umani, con le quali si è inaugurata la riflessione filosofica dell’età moderna, hanno avuto come destinataria soltanto una parte minoritaria del genere umano. La filosofia politica dell’Occidente ha avuto la pretesa di parlare il linguaggio dell’universalità, ma ha escluso dal suo discorso intere categorie di persone: i minori, alcune tipologie di malati, gli inabili, gli schiavi, gli stranieri, infine – ma soprattutto – le donne. Gli strumenti teorici messi a disposizione dalle elaborazioni della filosofia contemporanea ci consentono oggi di rileggere, con esiti assai interessanti, tutta la storia del pensiero politico occidentale e della sua ambigua relazione con i concetti di eguaglianza e di differenza: di opinione, di censo, di classe, di razza, di genere.

Maria Pia Paternò insegna Storia delle dottrine politiche nella facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Camerino. Tra le sue pubblicazioni: Individuo, esercito, nazione. Heinrich Friedrich Karl vom Stein e la politica delle riforme in Prussia (Napoli 1998); La Prussia e la rivoluzione napoletana del 1820 (Camerino 2000); Dall’eguaglianza alla differenza. Diritti dell’uomo e cittadinanza femminile nel pensiero politico moderno (Milano 2006); L’idea e la differenza. Noi e gli altri, ipotesi di inclusione nel dibattito contemporaneo (a cura di, Soveria Mannelli 2008).

per maggiori informazioni su questo volume, disponibilità, modalità e costi di spedizione, compila il form cliccando il bottone Per contattarci

  • Edito da: CAROCCI


Libro inserito in catalogo martedì 06 novembre, 2012.

Il tuo indirizzo IP è: 54.198.41.76
Claudiana srl - P. IVA 09005860011
Zen Cart. Powered by Zen Cart