Bene comune e interesse pubblico

14.00 EUR

Quaderni laici, n. 2

pp. 130

f.to cm 17 x 24

Il bene comune non è il bene pubblico

Il bene comune come "buona" situazione per la società nel suo complesso

Sicurezza personale, ambiente sano, libertà politiche, diffusione della cultura, solidarietà sociale...

 

Saggi di Giuseppe Ricuperati, Alessandro Roncaglia, Nadia Urbinati, Salvatore Veca, Carlo Augusto Viano

Dibattito: Paolo Bonetti, Massimo Teodori

Nonostante le dimensioni condivise, quali quella giuridica ed economica, il bene comune differisce dal bene pubblico, ossia quello il cui consumo non è esclusivo, come le strade, i monumenti e i giardini pubblici nonché la difesa e la giustizia.

In sostanza, infatti, il concetto di bene comune è un criterio di valutazione: "si persegue, o si ottiene, il bene comune quando si persegue, o si ottiene, una "buona" situazione per la società nel suo complesso. Conta quindi il benessere economico, ma anche la sua distribuzione sufficientemente egualitaria, e contano elementi quali la sicurezza personale, un ambiente sano, le libertà politiche, la diffusione della cultura, la solidarietà sociale e tanti altri elementi che contribuiscono a una vita gradevole".


per maggiori informazioni su questo volume, disponibilità, modalità e costi di spedizione, compila il form cliccando il bottone Per contattarci

  • Edito da: Claudiana


Libro inserito in catalogo mercoledì 11 maggio, 2011.

È interessante? Vedi anche a questi ...


Il tuo indirizzo IP è: 54.92.128.223
Claudiana srl - P. IVA 09005860011
Zen Cart. Powered by Zen Cart