IL LIBRO PROIBITO DI HITLER

22.00 EUR

Sven Felix Kellerhoff
Il libro proibito di Hitler
Storia del Mein Kampf.

Milano, Rizzoli, 2016
pp. 359


Nel 1924 Hitler ha bisogno di trovare ascolto presso i suoi sostenitori. Dal carcere di Landsberg, in cui è rinchiuso per alto tradimento dopo il putsch fallito, ridefinisce gli obiettivi del movimento, ne progetta l’evoluzione.
Mette nero su bianco la sua visione del mondo.
Questo saggio, basato su fonti archivistiche finora inaccessibili, dissipa la confusione sul delirante manifesto di Hitler ripercorrendo la sua evoluzione dalla prima stesura alle controversie attuali, facendo luce sulla sua genesi ammantata di leggende e individuandone le fonti.
Le informazioni autobiografiche, per esempio, non sono affidabili: il padre non era un oppositore della monarchia austroungarica, ma un funzionario doganale ripetutamente promosso per i suoi servigi e la sua lealtà. E poi, da dove derivò l’antisemitismo di Hitler? Quali crimini del regime nazionalsocialista si ispirarono direttamente al Mein Kampf
Quella del Mein Kampf è “una lettura che fa male, mostruosa, perturbante” scrive l’autore, “eppure fare luce è sempre meglio che tacere o nascondere”.

per maggiori informazioni su questo volume, disponibilità, modalità e costi di spedizione, compila il form cliccando il bottone Per contattarci

  • Edito da: RIZZOLI



Libro inserito in catalogo giovedì 29 settembre, 2016.

Il tuo indirizzo IP è: 54.196.73.22
Claudiana srl - P. IVA 09005860011
Zen Cart. Powered by Zen Cart