ARCHITETTURA E DEMOCRAZIA

12.00 EUR

Salvatore Settis
Architettura e democrazia
Torino, Giulio Einaudi editore s.p.a., 2017
pp. 164

Salvatore Settis, archeologo e storico dell' arte, ha diretto il Getty Research Institute di Los Angeles e la Normale di Pisa. E' presidente del Consiglio scientifico del Louvre, accademico dei Lincei, laureato "honoris causa" in Legge ed Architettura. Autore di libri d' impegno civile pubblicati da Einaudi, opera con dedizione e forza in difesa della natura e della "bellezza" del paesaggio e dell' armonia tra territorio, costruzioni e livelli di vita sostenibile. In questo suo recente saggio, si domanda dove corra il confine fra "paesaggio" e "città". E come giudicare o indirizzare gli interventi sull' uno e sull' altra, o la continua crescita delle periferie. Privilegiare i valori estetici (un paesaggio da guardare) o quelli etici (un paesaggio da vivere)? L'architetto è un semplice esecutore oppure può e deve influenzare il committente? Come programmare i piani urbanistici e regolare i rapporti tra politici, imprenditori, le necessità sociali? In una democrazia la funzione etica di un architetto dovrebbe essere massima sia per rispetto alla natura, al paesaggio, sia per l' utilizzo corretto del manufatto, del quartiere, del tessuto urbano. E' possibile? Fino ad oggi gli esempi positivi sono veramente pochi. Almeno nelle grandi città, dove si è giocato, molto poco onestamente, sulla ricostruzione post bellica e sullo sviluppo industriale degli anni 60/70. E sulle speculazioni delle seconde e terze case, con risultati mostruosi in troppe località costiere, deturpate. E troppi condoni.

 


per maggiori informazioni su questo volume, disponibilità, modalità e costi di spedizione, compila il form cliccando il bottone Per contattarci

  • Edito da: EINAUDI


Libro inserito in catalogo venerdì 21 aprile, 2017.

Il tuo indirizzo IP è: 54.166.130.22
Claudiana srl - P. IVA 09005860011
Zen Cart. Powered by Zen Cart