L'ILLUMINISMO PERDUTO

36.00 EUR

S. Frederick Starr
L'illuminismo perduto
L'età d'oro dell'Asia centrale dalla conquista araba a Tamerlano.

Torino, Einaudi, 2017
pp. 674



In questo ampio saggio riccamente illustrato, S. Frederick Starr racconta la storia affascinante, e in gran parte sconosciuta, dell'illuminismo medievale nella Grande Asia centrale.
La vita movimentata in popolose città organizzate e le sorprendenti creazioni di molte importanti personalità nei più svariati campi del sapere vengono collocate dall'autore all'interno di un vivace affresco storico del periodo.
Poiché molti scienziati e intellettuali scrissero per lo più in arabo, a lungo sono stati definiti «arabi». In realtà, appartenevano a popolazioni persiane e turche che vivevano nella vasta regione che oggi si estende dal Kazakistan all'Afghanistan e dall'area più orientale dell'Iran fino allo Xinjiang, in Cina.
Fu infatti nell'Asia centrale che tra il 750 e il 1150 si diede un nome all'algebra, si calcolò il diametro della Terra con una precisione senza precedenti, si scrissero alcune delle più belle poesie del mondo e libri che sarebbero serviti a definire la medicina europea.
Con i soli strumenti della logica, basandosi sui dati dell'osservazione diretta, il persiano Biruni dedusse persino che dovevano esistere altre terre oltre a quelle conosciute, scoprendo in un certo senso l'America cinque secoli prima di Colombo. Raramente nella storia vi fu una simile concentrazione spaziale e temporale di saperi. Non c'è da stupirsi che ciò abbia influenzato la cultura europea dai tempi di Tommaso d'Aquino fino alla Rivoluzione scientifica, e abbia avuto un medesimo, profondo impatto in India e in gran parte dell'Asia.


per maggiori informazioni su questo volume, disponibilità, modalità e costi di spedizione, compila il form cliccando il bottone Per contattarci

  • Edito da: EINAUDI



Libro inserito in catalogo giovedì 27 aprile, 2017.

Il tuo indirizzo IP è: 54.159.64.172
Claudiana srl - P. IVA 09005860011
Zen Cart. Powered by Zen Cart