ILSE WEBER, L'ULTIMO LIED

22.00 EUR

Rita Baldoni
Ilse Weber, l'ultimo lied
Lettere e poesie da Theresienstadt

Livorno, Salomone Belforte & C, 2017
pp. 291



Circa sessanta liriche e ninne nanne composte dal 1942 al 1944 nel ghetto di Theresienstadt, sepolte dapprima e nascoste, infine recuperate e salvate nel 1945 e più di cento lettere ritrovate negli anni Settanta in una soffitta di Bristol, ci raccontano le vicende di una scrittrice ebrea, ceca di lingua tedesca, Ilse Weber.
In una narrazione colloquiale che trascende sempre più la dimensione personale per diventare voce di un’intera comunità emerge lo sforzo di sopravvivere nell’esclusione, il dolore della costante perdita di affetti, la delusione graffiante dei rapporti umani, la violenza e le umiliazioni continue, la vigliaccheria di molti, la paura e la sofferenza costante sua e di tanti amici e conoscenti.
Attraverso la lucida analisi dei fatti che la Weber fornisce nel suo carteggio, in conversazione con lei, il lettore scopre gli effetti devastanti della Storia, nell’atto stesso in cui si stanno verificando.
Nella semplice dimensione di un dialogo fra amici, entriamo nel quotidiano di una intellettuale ebrea, madre e scrittrice; nell’armonia dei suoi versi diventiamo testimoni oculari della vita all’interno del ghetto; nella grazia delle sue rime immaginiamo i bambini di Theresienstadt, mentre cantano con lei l’ultima ninna nanna.


per maggiori informazioni su questo volume, disponibilità, modalità e costi di spedizione, compila il form cliccando il bottone Per contattarci

  • Edito da: SALOMONE BELFORTE C. LIVORNO


Libro inserito in catalogo giovedì 18 gennaio, 2018.

Il tuo indirizzo IP è: 54.162.163.181
Claudiana srl - P. IVA 09005860011
Zen Cart. Powered by Zen Cart